"Sesso e libertà in Cina al tempo della Rivoluzione culturale"
Anchee Min

La protagonista di questo romanzo narra la storia della sua infanzia e della sua adolescenza nella Cina della Rivoluzione culturale.
Anchee è una ragazza intelligente ed educata secondo i principi di Mao, la quale al fine di mostrarsi una valida rivoluzionaria accetta di entrare come volontaria a far parte di un'Azienda agricola di Stato, seguendo così gli insegnamenti di Mao che chiedeva un avvicinamento da parte del popolo cittadino-operaio, al popolo contadino, che era la vera base da cui far partire la Rivoluzione.
In termine di poco tempo le sue convinzioni politiche e i suoi ideali lentamente si incrinano, infatti nella fattoria la libertà e lo spirito di comunità non esistono ed al loro posto vige una subdola lotta per il potere, dove per non essere schiacciato merita stare dalla parte del più forte; inoltre l'estenuante lavoro di tutti i giorni non da risultati, la terra è così arida da non riuscire a sfamare nemmeno gli stessi contadini.
In questo clima sconvolgente, dove una parola sbagliata o una lamentela possono far mettere in dubbio la propria fede nel partito e dove anche l'amore è visto in maniera negativa in quanto sentimento esclusivo ed individuale, in contrasto con la dedizione totale alla comunità, la protagonista attua la sua prima ribellione innamorandosi di una compagna con la quale si immerge per la prima volta nel mondo dell'eros.
Tra le due ragazza nasce una grande amicizia che crea invidia nella maggior parte delle altre compagne.
Successivamente viene indetto un concorso per selezionare dei nuovi volti per il mondo del cinema.
L'attività cinematografica è molto importante in quanto viene utilizzata come strumento propagandistico del Partito, tanto che era controllata direttamente dalla moglie di Mao.
Anchee partecipa al concorso e grazie a questo riesce a lasciare la fattoria per iniziare la scuola di recitazione.
La protagonista emerge subito sulle altre compagne in quanto è molto brava a recitare ed ha un carattere forte, questo attira l'invidia e l'antipatica della responsabile del corso che la penalizza arrivando addirittura a scartarla per il ruolo di protagonista del film scegliendo un'altra attrice meno preparata.
Nel comportamento della responsabile è possibile riscontrare i caratteri salienti del comunismo cinese che, come tutte le dittature, tende all'annullamento dell'individuo concependolo solo come parte della massa da strumentalizzare per i propri fini.

Storia e cultura della Cina Libro Cigni Selvatici, Jung Chang Libro Azalea Rossa, Anchee Min Libro Il Milione, Italo Calvino